Biografia di Mike Francis - Sito Ufficiale di Ciancio DJ

Vai ai contenuti
Mike Francis, pseudonimo di Francesco Puccioni, nacque a Firenze il 26 aprile 1961. A 14 anni Francesco incominciò a suonare il pianoforte e la chitarra e formò la sua prima band con un gruppo di amici conosciuti a scuola. Frequentò l'Istituto di Studi Americano di Roma sviluppando un'ottima conoscenza della lingua inglese. Contemporaneamente studiò da autodidatta composizione e arrangiamento. Cugino della cantautrice Grazia Di Michele e della giornalista televisiva RAI Danila Bonito, dopo diverse esperienze in vari disco-club della Capitale nel 1981 fece la prima esperienza discografica con Al Festa e Claudio Giusti, con cui formò il project group "Metropole" interpretando “Miss Manhattan” (con il testo di Enrica Bonaccorti), un brano dance atinte soul, jazz e funk da lui co-prodotto, che ottenne un certo successo in discoteca e venne stampato anche in Canada dalla PBI-Records. La pubblicazione sia del singolo sia del Disco Mix, un 12 pollici dance con ispirazioni black, lo fece notare nel mondo delle discoteche più raffinate. L'anno successivo l'etichetta Best Record del disc-jockey Claudio Casalini pubblicò i brani “Love Has Found You” e "Nightime Lady", che rappresentò l'esordio discografico con il nome d’arte “Mike Francis”. I brani, pubblicati su 12 pollici, ebbero una ridotta distribuzione, tuttavia vennero molto diffusi per radio e suonati in discoteca. Incominciò la collaborazione dell'artista con Paul Micioni, esperto dj-producer (avendo già avuto l'esperienza con gli “Easy Going”, e con i “Traks”, disco d'oro in Francia con il remake di “Long Train Running”). Nel 1984 Mike Francis pubblicò il suo più grande successo “Survivor”. Il brano diventò molto popolare e raggiunse la quinta posizione della Hit Parade. Sempre nel 1984 Mike Francis affida alla cantante statunitense Amii Stewart il suo pezzo Friends, che raggiunge il primo posto dei singoli (e il quattordicesimo più venduto dell'anno), ottenendo un notevole successo anche all'estero. Sull'onda del successo ottenuto, venne pubblicato il suo primo album “Let's Not Talk About It”, che oltre a “Survivor” e a una nuova incisione di “Nightime Lady” (già lato B del suo primo singolo) conteneva altri otto brani. Presentato in un concerto al Teatro Olimpico di Roma, prima esibizione in pubblico dell'artista, l'album raggiunse la quindicesima posizione nella classifica italiana. Nell'autunno del 1984, avvalendosi della collaborazione di Rossana Casale, uscì il singolo "Let Me In", brano ancor più bello e romantico rispetto ai precedenti. Negli anni successivi realizzò altri album. Compose inoltre musiche per film sia per il cinema che per la televisione. A questo punto Mike Francis si prese una pausa di riflessione, durante la quale, però, si concentrò sulla realizzazione di brani in lingua italiana. Collaborò con Mogol e Pasquale Panella. Nel 1991 pubblicò, infatti, il suo primo album in italiano “Mike Francis in italiano”, in previsione di una sua partecipazione a Sanremo; tale partecipazione però non si concretizzò. Tre anni dopo, nel 1994, Mike pubblicò il suo secondo album in lingua italiana (il sesto della sua carriera), questa volta su testi di Panella: “Francesco innammorato”. Il disco conteneva un altro dei suoi classici, “Bellissimi occhi chiusi”. La produzione di Mike Francis si arricchì e nel 1995 uscì l'album “A different air” la cui title track è una cover del gruppo “Living in a box”. In questo periodo si esibì in California (Los Angeles, Hollywood Palladium e S. Francisco) e anche in Oriente. Da queste performance sarà tratta la raccolta “The very best – Live”. Nel 1998 pubblicò l'album “Misteria” e la raccolta “The best of”. Nel 2000 e nel 2004 torna nelle Filippine per alcuni concerti. Il palasport Araneta Coliseum di Manila fece il tutto esaurito con 16.000 persone. Nel 2007, dopo alcuni anni di silenzio come solista, durante i quali si dedicò all'esperienza dei “Mystic Diversions”, uscì il suo nuovo lavoro “Inspired”. In questo disco sono riproposte personali interpretazioni di celebri cover amate dal cantante, insieme ad alcuni brani nuovi. Il 16 gennaio 2009 esce la raccolta "The very best of Mike Francis (All was missing)", contenente anche alcuni inediti. Fu questo l'ultimo disco pubblicato prima della morte avvenuta a soli 47 anni, il 30 gennaio 2009 a causa di un tumore polmonare.
 
Discografia:
Da solista
Album in studio
1984 - Let's Not Talk About It
1985 - Features
1986 - Mike Francis
1988 - Flashes of Life
1991 - Mike Francis in italiano
1994 - Francesco innamorato
1995 - A Different Air
1998 - Misteria
1999 - All Rooms with a View
2007 - Inspired
 
Album dal vivo
1990 - Live in Manila
1995 - The Very Best - Live
  
Raccolte
1987 - Songs 1
1992 - Classics
1998 - The Best of
1999 - I Grandi Successi - The Best of - Vol.2
2000 - I Grandi Successi Originali - Flashback
2009 - The Very Best of Mike Francis (All Was Missing)
2011 - Anthology
2011 - The Best of...
 
Singoli
1982 - Love Has Found You / Nightime Lady
1984 - Survivor/Late Summer Night
1984 - Let Me In
1985 - Together (con Amii Stewart)/Do It All Again
1985 - Features of Love / Upside Down
1986 - Iron It Out / You Can't Get Out of My Heart
1987 - Suddenly Back to Me / Suddenly Back to Me (Instr.)
1987 - Dreams of a Lifetime / Body Thrill
1988 - Times Out of Time (Extended) / Don't Start Givin' Up
1988 - Still I'm Runnin' Back to You / Dusty Road
1991 - Se tu provi (Club version)/Se tu provi (Piano version)
1992 - I Want You
1994 - Bellissimi occhi chiusi (Dub mix) + (Remix)
2005 - Josephine (Express Deluxe edit)
 
Con i Mystic Diversions
2001 - Crossing the Liquid Mirror
2002 - Beneath Another Sky
2004 - Colours
2006 - From the Distance
2007 - Wave a Little Light
Torna ai contenuti